documenti di viaggio per bambini

Dal 26.06.2012 tutti i bambini devono viaggiare in Europa e all’estero soltanto con un documento di viaggio individuale.

Ne consegue che da quella data non sono più valide tutte le iscrizioni dei minori sul passaporto dei genitori. Al contempo i passaporti dei genitori con iscrizioni di figli minori rimangono validi per il solo titolare fino alla naturale scadenza.

Carta d’ identità – documenti per bambini

Con la nuova legge tutti, ma proprio tutti, possono avere una carta d’identità. Anche i neonati, prevedendo un primo documento fino a 3 anni di età, valido tre anni, e uno successivo, dai 3 ai 18 anni con validità di cinque anni

La richiesta del documento deve avvenire alla presenza di entrambi i genitori. È una nozione importante da conoscere, in particolare in questo periodo in cui si viaggia, magari all’estero.

Tra l’altro, proprio in questo caso, l’uso della carta d’identità per i ragazzi di età inferiore ai 14 anni “è subordinato alla condizione che il minore viaggi in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci o che venga menzionato il nome della persona, dell’ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato.”

Quindi: genitori, armati di fototessera dei bimbi (e una buona dose di pazienza), dovranno andare in anagrafe e poi esibire il documento nelle varie strutture o autorità di frontiera che le richiedano.

Riguardo alla validità della carta d’identità per l’espatrio – condizione che deve essere espressa al momento della richiesta del documento dai genitori o da chi ne fa le veci – le nuove disposizioni prescrivono che per i ragazzi di età inferiore ai 14 anni l’uso della carta d’identità per recarsi all’estero è valido a condizione che il minore viaggi in compagnia di almeno uno dei genitori, o di chi ne fa le veci; in caso contrario è necessaria una dichiarazione rilasciata da questi ultimi (o da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione), convalidata dalla Questura così come avviene per il passaporto.

Per informazioni, rivolgersi presso gli uffici anagrafe del proprio comune.

Passaporto – documenti per bambini

Controllate al massimo due mesi prima delle vacanze se i vostri documenti e quelli dei vostri bambini siano validi.

Fare un nuovo documento o rinnovarlo può richiedere diverse settimane

Vi riportiamo dal sito della polizia di stato le informazioni necessarie.

passaporto

Tutti i minori devono essere in possesso di passaporto individuale, pertanto non sarà più possibile per il genitore iscrivere il figlio minore sul proprio passaporto.

N.B. I passaporti in corso di validità restano comunque utilizzabili fino alla loro data di scadenza . Anche i passaporti individuali rilasciati ai minori, anteriormente alla data di entrata in vigore della nuova normativa (25 novembre 2009), con durata decennale, sono validi fino alla loro naturale data di scadenza.
Ai minori verrà rilasciato il nuovo libretto di passaporto con microchip, ma la normativa prevede che solo dal compimento dei 12 anni di età siano acquisite le impronte e la firma digitalizzata.

Il minore può viaggiare:

• con un passaporto individuale, restando in vigore le normative precedenti che consentono l’espatrio del minore (vedi indicazioni a fondo pagina)
• fino a 15 anni, con un certificato o estratto di nascita vidimato dal questore (cosiddetto lasciapassare)
• fino a 16 anni nel caso in cui sia iscritto nel passaporto del genitore o di chi ne fa le veci (fino alla scadenza del documento stesso a prescindere dall’età del minore, purché il documento sia stato rilasciato prima del 25 novembre 2009)

N:B. Il genitore che al compimento del 10° anno del minore ha ancora iscritto il figlio dovrà provvedere a far apporre la foto del minore sul proprio passaporto valido.

Per richiedere il passaporto per il figlio minore è necessario l’assenso di entrambi i genitori (coniugati, conviventi, separati o divorziati). Questi devono firmare l’assenso presso l’ufficio in cui si presenta la documentazione. In mancanza dell’assenso si deve essere in possesso del nulla osta del giudice tutelare.
Se uno dei due genitori è impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del coniuge firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio.

Dichiarazione di accompagno

Ogni volta che un minore di anni 14 deve recarsi all’estero è necessario che sia accompagnato da uno dei genitori o da chi ne fa le veci.
In questo caso, deve essere riportato il nome della persona o dell’ente cui il minore viene affidato sullo stesso passaporto o in una dichiarazione di accompagno, sottoscritta da chi esercita sul minore la potestà e vistata dagli organi competenti al rilascio del passaporto.
Se il minore di anni 14 viaggia con i genitori (anche uno soltanto) non è necessario che al passaporto del minore sia allegata la dichiarazione di accompagno in quanto i dati anagrafici (anche in inglese e francese) dei genitori viventi sono indicati alla pg.5 del nuovo libretto del passaporto a 48 pagine. Per ragioni di natura giuridica, religiosa, sociale o altro a richiesta di un genitore o su disposizione dell’Autorità Giudiziaria i dati anagrafici potranno essere omessi o depennati.

Per tutti gli accompagnatori diversi dai genitori che siano autorizzati dagli stessi (dichiarazione di assenso) non è infatti prevista l’iscrizione obbligatoria (es.nonni) sul libretto.

N.B. Il 2 agosto 2010 è stata diramata una circolare esplicativa sulle problematiche legate all’espatrio dei minori. Leggi la circolare

Pertanto ogni volta che il minore di anni 14 si dovrà recare all’estero con un accompagnatore diverso dai genitori sarà necessario, da parte di questi ultimi, sottoscrivere la dichiarazione di accompagno che resterà agli atti della questura la quale provvederà a rilasciare un modello unificato che l’accompagnatore presenterà alla frontiera insieme al passaporto del minore in corso di validità.

Validità

Per poter garantire una maggiore individualità e sicurezza ai minori la normativa prevede che i passaporti per minori abbiano due diverse tipologie di validità, al fine di garantire l’aggiornamento della fotografia e la identificazione del minore ai controlli di frontiera.

• Minore da 0 a 3 anni: validità triennale
• Minore dai 3 ai 18 anni: validità quinquennale

Ricordiamo che per i maggiori di 18 anni la validità è decennale.

Indicazioni

Se si richiede un passaporto per un minore la domanda di rilascio sarà firmata dai genitori che dovranno presentare anche l’assenso al rilascio. Il conto corrente per il pagamento del passaporto deve essere eseguito a nome del minore.

Per recarsi negli U.S.A. ed usufruire del programma Visa – Waiver Program, il minore deve avere solo ed esclusivamente un passaporto personale, ossia non è consentito l’ingresso negli USA con minori iscritti nel passaporto ancora in corso di validità dei genitori.

Assistenza sanitaria

Se si visita un paese dell´Unione Europea e godere dell´assistenza medica é necessario portare con se la tessera europea di assicurazione malattia (TEAM). Tale tessera permette di usufruire delle cure medicalmente necessarie (e quindi non solo urgenti).

Il cittadino, per ottenere le prestazioni, può recarsi direttamente presso un medico o una struttura sanitaria pubblica o convenzionata ed esibire la TEAM, che da diritto a ricevere le cure alle stesse condizioni dei residenti del Paese in cui ci si trova. L’assistenza è in forma diretta e pertanto nulla è dovuto, eccetto il pagamento di un eventuale ticket che è a carico del cittadino.

Si rammenta che in Svizzera ed in Francia (dove vige un sistema basato sull’assistenza in forma indiretta), il più delle volte viene richiesto il pagamento delle prestazioni. Per gli altri paesi é invece consigliabile sottoscrivere una polizza assicurativa per tutelarsi da qualsiasi evenienza

Link utile:

Per controllare se ci sono state delle modifiche alle leggi che regolano i documenti di espatrio per i bambini controllate il sito della Polizia di Stato – Informazioni sui passaporti