Nei cieli cresce un nuovo business, quello dei bambini che viaggiano da soli. Il Corriere riporta le cifre delle major: una media dice che un bimbo su cinque vola senza mamma e papà.

Per British, sul milione 600mila minori trasportati in un anno, 600mila hanno viaggiato da soli, mentre 410mila sono i piccoli senza accompagnatore per Air France, su un totale di tre milioni di ‘under 12’ trasportati. E ancora 500mila sono i piccoli che hanno volato da soli su un aereo Lufthansa.

Le compagnie investono notevolmente su questo target, cui hanno dedicato programmi fedeltà, sale d’attesa attrezzate come moderni parchi giochi, senza dimenticare le mille attenzioni a bordo, dal menù dedicato alla visita dell’aereo, dai regali all’ampia scelta di libri, giochi, film e cartoni.

La partenza

Nelle compagnie aeree di linea  i minori da 5 a 12 o 14  anni possono richiedere il servizio di accompagnamento. Questo servizio è previsto anche in caso di bambini di età compresa fra i 3 ed i 5 anni che viaggiano in compagnia di un ragazzo/a minorenne (di età tra i 12 ed i 15 anni). Tale servizio è spesso a pagamento

I bambini vengono accolti da una persona di fiducia al banco accettazione e attendono insieme il momento dell’imbarco. Una volta accompagnati a bordo dell’aereo sono affidati a personale di cabina che se ne prenderà cura in modo speciale.

I bambini che viaggiano soli indossano una speciale tracolla contrassegnata dalla sigla UM (Unaccompained Minor), dove possono tenere al sicuro il biglietto e gli altri documenti di viaggio. Appena giunti all’aeroporto di destinazione sarà il personale di terra a prendersi nuovamente cura dei minori sino all’arrivo di parenti o amici (che devono avere un documento per farsi riconoscere).

Nel sito della Lufthansa.it troverete molte indicazioni riguardo all´argomento e anche nei siti delle altre compagnie ci sono spesso indicazioni a proposito.

In viaggio

Durante il viaggio, il personale di bordo sorveglierà il bambino. Se il bambino deve prendere una coincidenza con la stessa compagnia, resta sotto sorveglianza della compagnia.

Se invece deve prendere una coincidenza con il volo di una compagnia diversa, le formalità dovranno essere adempiute singolarmente prima della partenza, per ogni compagnia.

Consigli da dare ai bambini

Prima della partenza è utile parlare ai bambini e spigare lo come comportarsi:

  • Spiegate bene ai bambini cosa succederà all’aeroporto di partenza e all’aeroporto d’ arrivo in modo da alleviare la tensione che potrebbero avere
  • Dovete raccomandare i bambini di rimanere sempre insieme all’assistente di volo e non allontanarsi. Se devono andare in bagno lo devono dire all’assistente che li accompagnerà.
  • Raccomandate ai bambini di non dare il loro nome o altre informazioni a nessuna persona che incontrano, neanche al vicino di posto in aereo.
  • I bambini devono essere avvisati che se hanno dei problemi con il vicino di posto possono chiamare l’ assistente e chiedere di essere spostati
  • Non mettete nessuna etichetta visibile con il nome e l’ indirizzo del bambino in modo che nessun estraneo possa identificarli.
  • Fornite al bambino tutti i numeri telefonici di emergenza necessari e se non hanno un cellulare consegnategli una scheda telefonica prepagata e spigategli come funziona.
  • Spiegate ai vostri bambini che durante il volo devono rimanere calmi al loro posto e non dare fastidio agli altri passeggeri. Le buone maniere sono sempre importanti anche se si viaggia senza il controllo dei genitori.

Compagnie Low Cost

Le compagnie Low Cost non offrono invece questo servizio e non accettano i bambini che volano da soli ( per l´età minima da cui possono volare da soli fate riferimento al sito della compagnia)


Ph. Credit: Children traveling alone (c) Swiss Air