Valencia è una delle città spagnole che amo maggiormente. Il mare, il clima, il contrasto tra la città vecchia e le nuove architetture della Città delle Arti e della Scienza, la cucina saporita la rendono unica. Se non l’ avete ancora visitata che ne dite di andare a scoprirla durante un fine settimana?

Itinerario di 3 giorni: come arrivare, cosa vedere e dove mangiare soprattutto quando si viaggia con i bambini.

Arrivo a Valencia

Arrivare in aereo a Valencia è praticissimo: l’ufficio turistico della città ha una sede proprio ai terminal di arrivo dell’ aeroporto, e qui potete subito acquistare la Valencia Turist Card per 24, 48 o 72 ore(qui trovi un post con maggiori informazioni) , una carta che vi permette sia di usare i mezzi pubblici gratuitamente, che di entrare gratis in molti musei. Acquistarla in aeroporto è conveniente perchè la potete utilizzare subito prendendo la metropolitana che in 20 minuti vi porta al centro città.

Valencia: cosa vedere

Questo è il nostro itinerario: azzurro il primo giorno, viola per il secondo giorno e arancione per il terzo giorno.

1° Giorno – Iniziate esplorando la città in segway o in bicicletta

Valencia ha una particolarità: la zona verde è stata ricavata deviando il letto del fiume Turia nel 1957. Al posto del fiume ora ci sono 9 km di giardini, viali, piste ciclabili, parchi giochi che possono essere scoperti in segway, in bicicletta e a piedi. E’ una zona  interdetta alle auto e quindi da percorrere in completa tranquillità.

Noi abbiamo percorso i giardini del Turia in segway. Un’ esperienza divertentissima soprattutto se si hanno bambini dai 10 anni in su. Siamo stati accompagnati da una guida che ci ha fatto anche da cicerone dando spiegazioni sui palazzi più caratteristici e ci ha raccontato alcune curiosità.

L’ agenzia Valencia Segway si trova nella zona storica della città e quindi quando abbiamo riportato indietro i nostri mezzi abbiamo continuato l’ esplorazione di questa zona.

Centro storico

  • Il primo impatto lo abbiamo avuto con la Plaza del Ayuntamento dove affacciano i bellissimi palazzi delle poste e del municipio. Ma anche gli altri palazzi non sono da meno.
  • Da qui è possibile iniziare a visitare tutti i luoghi più caratteristici che si trovano a breve distanza:
  • Plaza de la Reina dove sorge la Cattedrale, dove è custodito il Sacro Graal, e dove si vedono svettare due campanili, quello della chiesa di Santa Catalina e il famoso El Miguelete.
  • Arrivati alla pausa pranzo ci si può fermare in un ristorante carinissimo, La Lola, che si trova vicino a Plaza de la Reina. Se avete problemi di celiachia è il posto giusto in quanto hanno alimenti anche per chi non può mangiare glutine. E poi i piatti vengono presentati in modo così ricercato che sono una delizia anche per gli occhi.
  • Proseguiamo per Plaza de la Virgen, dove si trova la Basilica Virgen de los Desamparados. 
  • Nella piazza dietro la basilica sorge il museo centro archeologico de L’Almoina dove è possibile visitare gli scavi della grande città romana che si trova sotto Valencia. E’ un luogo particolare perchè il tetto è formato da una copertura piena d’ acqua per cui nel museo ci sono degli effetti luce molto particolari.
  • Ritornando indietro si incontra la Lonja de la Seda (patrimonio unesco),o Mercato generale dei Mercanti è un’opera maestra del gotico civile valenziano costruita per impressionare i commercianti in visita nel 16 ° secolo e per simboleggiare la ricchezza e il potere della città.
valencia-lonia-de-la-seda
Lonja de la Seda
  • Il Mercato centrale è ancora il luogo dove la maggior parte valenciani acquistare i generi alimentari ed è un posto fantastico. Sosta a La huertana, un piccolo caffè all’interno del mercato, per la merenda tipica di Valencia: horchata e fartoni. Questa è una bevanda cremoso, leggermente granulosa e incredibilmente dolce.
  • Per completare la visita del centro storico non si può perdere la facciata monumentale del  museo della ceramica che lascia veramente a senza parole.
Mercato Centrale
Mercato Centrale
Ristorante La Lola
Ristorante La Lola

2° giorno – Città delle Arti e della Scienza

Il secondo giorno si può tranquillamente spendere tutto nello straordinario complesso della Città delle arti e della scienza. Oltre ad ammirare le futuristiche architetture di Calatrava qui si trova l’ Oceanografico e il Museo della Scienza.

L’ Oceanografico
valencia-museo-scienza
Museo della Scienza

Dopo il museo per i bambini non c’è niente di meglio che giocare nel parco giochi di Gulliver, un enorme statua posta orizzontalmente sulla quale ci si può arrampicare per poi discendere su divertenti scivoli. Oppure si può fare un giro in barca sul laghetto.

valencia-parco-gulliver
Parco giochi Gulliver

Per la sosta pranzo o cena vi consiglio di andare al Mercato di Colon, un edificio di grande fascino costruito tra il 1914 e il 1916. Un tempo era vero e proprio mercato dei contadini, ora dopo una ristrutturazione è un luogo d’ incontro con diversi ristoranti e caffè.

Mercado de Colon

3° Giorno – Bioparc e spiaggia Malvarrosa

Un’ altra attrazione molto conosciuta di Valencia è il Bioparc. Anche se non siete amanti degli zoo, qui si ha la sensazione di trovarsi in terra d’ Africa. E’ un luogo molto bello e curato dove si possono vedere da vicino gli animali ma in assoluta sicurezza.

Giraffe al Bioparc
Giraffe al Bioparc

Come ultimo giorno non si può salutare questa città senza andare alla spiaggia della Malvarrosa. Anche qui potete affittare una bicicletta per muovervi visto che c’è tanto spazio ed è lunghissima. Per finire in bellezza vi consiglio di assaggiare la strepitosa paella  al La Alegrìa de la Huerta, un piccolo ristorante direttamente in riva al mare.

valencia-la-alegria-de-la-huerta
Ristorante La Alegrìa de la Huerta

Come vedete Valencia è una città ricca di attrazioni che merita di essere visitata forse anche per più di tre giorni.

Dove dormire

Nel nostro viaggio a Valencia abbiamo scelto l’ Hotel Primus che si trova vicinissimo alla Città della Scienza e all’ Oceanografico, che si possono raggiungere a piedi. Di fronte c’è il Centro commerciale Aqua con diversi negozi e ristoranti e di fianco si trova “El Corte Ingles” un grande magazzino tipo la nostra Rinascente.
Per maggiori informazioni e prenotazioni vedi il sito di Booking.com

Video di Valencia

Se avete letto tutto l’ articolo e siete arrivati fino a qui potete guardare il nostro breve video che riassume tutti e tre i giorni in due minuti.