vienna con bambini week end

Un fine settimana a Vienna, città vivace ed elegante, piena di verde, di cultura, di musica e di edifici che ricordano la sua grandezza imperiale, immersi nei colori e nei profumi dei suoi straordinari giardini.

  • Diario di viaggio di Lisa 

Tre giorni a Vienna con i bambini

L’aeroporto di Vienna è ben collegato al centro città. Noi abbiamo preso la ferrovia Railjet che in un quarto d’ora circa ci ha portati alla stazione centrale Hauptbahnhof (treni ogni mezz’ora); il biglietto ci è costato € 3,90 per gli adulti, i bambini sotto i 6 anni viaggiano gratuitamente in tutti i mezzi pubblici.

Per quanto riguarda l’alloggio abbiamo scelto il Novotel Suite Wien: è in una zona residenziale e di uffici ma vicinissima alla fermata di metro Vorgantenstrasse (linea U1 rossa), ha camere spaziose dotate sia di vasca che di doccia.

Muoversi a Vienna è agevole; ci siamo spostati unicamente in metropolitana e a piedi. C’è la Vienna Card che, oltre alla copertura dei viaggi sui mezzi pubblici per 24-48 o 72 ore offre sconti per numerose attrazioni turistiche: se avete intenzione di visitare il visitabile conviene. Noi abbiamo acquistato il semplice biglietto valido 72 ore a € 16,50.

Vienna offre ai bambini diverse attrattive: il Prater…. musei dedicati ai bambini… bellissimi ed attrezzatissimi giardini pubblici… il largo viale pedonale del centro storico

Appena arrivati nel primo pomeriggio ci siamo catapultati al Prater che abbiamo potuto raggiungere a piedi dal nostro albergo. Musica, luci, giostre roteanti: l’entrata è gratuita e si pagano solo le singole attrazioni, per i bimbi piccoli non ce ne sono molte..sotto i tre anni pochissime. Ma il Prater non è solo la confusione delle giostre: è il polmone verde viennese, un viale di 4 chilometri con giochi per bambini disseminati qua e là, dove i viennesi passeggiano, corrono, vanno in bicicletta… mettete un limite alle giostre: voi vi riposate le orecchie e i bimbi saranno contenti di rotolarsi sul prato e nelle sabbiere.

Il centro storico di Vienna è bellissimo, percorso dalle carrozze che contribuiscono a conferire alla città un’atmosfera d’altri tempi con maestosi edifici, la magnifica la Cattedrale di Santo Stefano e l’imponente palazzo dell’Opera.

Centro storico di Vienna
Cattedrale di Santo Stefano

Si passeggia in un viale pedonale su cui si affacciano negozi e pasticcerie; passiamo davanti allo storico Hotel Sacher con annesso l’omonimo caffè: la fila per entrare è impressionante quindi ci dirigiamo alla concorrente pasticceria Demel. Il locale è pieno di fascino di una volta, legno, specchi, vetrine artistiche e una Sacher morbidissima.

Proseguendo sul viale Kohmarkt ci troviamo davanti l’Hofburg, l’antica residenza ufficiale degli Asburgo oggi sede delle istituzioni della Repubblica. Il biglietto d’ingresso comprende la visita al museo dell’argenteria, agli appartamenti imperiali e al museo di Sissi. A chi piace l’argenteria e i servizi da tavola qui brilleranno gli occhi: raccoglie i servizi utilizzati dalla famiglia imperiale sia in forma privata che nei pranzi di Stato. L’audioguida è disponibile anche in italiano e racconta il cerimoniale di corte, le regole e l’organizzazione della mensa imperiale; fa sorridere la storia della particolare piegatura del tovagliolo, autorizzata esclusivamente nei ricevimenti con altre teste coronate, che è a tutt’oggi un segreto.

Il museo di Sissi ospita oggetti appartenenti all’imperatrice, riproduzioni di abiti, la sua stanza da bagno, dove pettinava i suoi capelli e ne ripercorre la sua vita travagliata: entusiasmante per le bambine che possono immergersi nella vita di una vera principessa.

Meritano una visita i Volksgarten appena fuori l’Hofburg; i giardini di Vienna sapientemente curati sono una meraviglia in primavera con la fioritura delle rose. Dai giardini si possono ammirare la bellissima facciata gotica del Rathaus (il municipio) e il Burgtheater.

I Volksgarten e sullo sfondo il Burgteather
I Volksgarten con vista sul Rathaus

Imperdibile è la visita al Castello di Schonbrunn, la residenza estiva degli Asburgo. Abbiamo scelto di non entrare negli appartamenti per mancanza di tempo: abbiamo passeggiato nel parco che lo circonda e visitato i giardini dell’imperatore. Il parco è immenso con l’imponente fontana del Nettuno, la Gloriette (un edificio che si erge su una collinetta con una terrazza panoramica) e uno zoo.

Per i bambini il Labirinto è divertentissimo! C’è il labirinto vero e proprio in cui è piacevole perdersi per poi, poco prima dell’uscita, ammirarlo dall’alto di una piattaforma; un’altra parte del labirinto ha dei giochi d’acqua (attenzione che vi fate la doccia!) e una pedana sonora su cui ballare per creare musica. A fianco del labirinto un parco giochi con sabbia, strutture in legno e una macchina volante a forma di uccello.

labirinto a vienna
Labirinto al Castello di Schonbrunn

E infine…che dire del Danubio? Siamo scesi alla fermata Donauinsel e subito ci ritroviamo in mezzo al fiume (i treni passano su un ponte). Bellissimo lungofiume, ampio, verde, pieno di locali dove mangiare ma soprattutto attrezzatissimo per aperitivi con tanto di sdraie e sabbia..la lontananza dal mare qui non sembra essere un problema. I bambini si sono scatenati sulle reti per saltare montate sul fiume.

giochi per bambini sul danubio vienna
Giochi per bambini sul danubio

Devo dire che noi ce la siamo presa comoda preferendo perderci per le strade di Vienna e nei suoi straordinari giardini, viste anche le splendide giornate che abbiamo incontrato; ma a Vienna c’è molto altro da fare. Avremmo voluto vedere lo zoo, il museo dei bambini Zoom e il museo dei bambini all’interno del Castello di Schonbrunn.

Informazioni utili

Come arrivare

Vienna è ben collegata oltre che dalla compagnia di bandiera Austrian Airlines anche da diverse compagnie low cost come  Eurowings e Vueling.

Dove dormire

Novotel Suite Wien: L’ hotel dispone di suite con cucinotto con forno a microonde. Inoltre il pernottamento e la colazione sono gratuiti per 2 bambini sotto i 16 anni in camera con i genitori o con i nonni.

Informazioni turistiche

Il portale turistico di Vienna è www.wien.info dove potete reperire in italiano molte informazioni su questa città


Guest Blogger

Questo post è stato scritto da un “Guest Blogger”. Quantomanca è sempre lieto di ospitare altri appassionati di viaggi desiderosi di condividere le loro esperienze con i suoi lettori.
Se vuoi raccontare anche tu un viaggio, o hai scoperto una meta interessante per le famiglie, vai alla nostra pagina COLLABORA CON NOI per maggiori dettagli.

Collabora con noi: pubblica e condividi su Quantomanca.com i tuoi diari di viaggio con la famiglia