infiorata montefiore

Fiori, petali, semi e foglie. Questi sono gli ingredienti per formare dei tappeti, che spesso diventano opere d´arte. In molti comuni d´Italia questa tradizione  che si svolge durante il Corpus Domini viene mantenuta viva creando composizioni a terra, che catturano gli sguardi pieni di meraviglia. Le infiorate riempiono le vie e le piazze con una cascata di fiori e di profumi, uno spettacolo unico da assistere almeno una volta nella vita.

Per i bambini vedere questi quadri colorati e profumati é sempre fonte di stupore. Per godere appieno dello spettacolo si può pensare di recarsi già dal giorno prima per vedere cosa sta dietro ad ogni opera: il disegno fatto a terra col gesso oppure riportato su carta che viene poi incollata a terra per permettere la realizzazione di opere più grandi, la triturazione dei petali e infine il riempimento del disegno e piano piano le opere che prendono vita!

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Dove vedere l’ infiorata

L’ usanza di formare grandi tappeti o dei quadri colorati per ricoprire una o più vie del centro cittadino per celebrare la festa del Corpus Domini è parecchio diffusa soprattutto nell’Italia centrale. 

Tra le più famose e belle, anche perchè si svolgono in paesi ricchi di storia, c’è quella di Spello in Umbria. Spello è uno splendido piccolo borgo di origine romana tanto che anticamente era nominato Splendidissima Colonia Iulia e tutt’oggi è un piccolo gioiello incastonato tra le colline umbre.

Questa cittadina è nota per le sue Infiorate del Corpus Domini, che si ripetono ogni anno e dove si confezionano circa 1.500 metri di tappeti e quadri floreali ispirati a motivi religiosi che celebrano Gesù e il miracolo eucaristico. Anche gli abitanti che non partecipano attivamente alle creazione dei tappeti fiorati fanno a gara a chi addobba meglio vicoli e balconi.

Nelle Marche a Montefiore dell’ Aso in provincia di Ascoli Piceno, si svolge un’ altra dell infiorate più celebri del Centro Italia. I quadri realizzati con i fiori si sviluppano per circa 2 Km.  La  cerimonia di apertura e la realizzazione dei tappeti secondo le antiche tradizioni da parte degli artisti, gruppi e associazioni ha inizio la sera precedente la manifestazione e proseguono la domenica mattina dalle ore 6. Nel pomeriggio si può assistere all’esibizione di musici, sbandieratori e figuranti del castello di Ripa Berarda. Per tutta la durata dell’evento c’è anche un’esposizione di giardini pensili.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nel Lazio, l’ infiorata di Genzano è probabilmente la più importante e spettacolare, sia perché si tiene sin dal 1778,  che per la dimensioni e la cura dei quadri. Viene realizzata sulla centrale Via Belardi fino alla Chiesa di Santa Maria, per circa 2000 mq. Per realizzare i quadri, disegnati sul selciato, occorrono almeno 350.000 fiori, oltre alle essenze vegetali. Dopo la Processione del Corpus Domini la sera della domenica avviene lo “spallamento” (cioè quando i bambini corrono dalla scalinata della Chiesa di Santa Maria per disfare l’ infiorata).

Genzano è una cittadina che sorge all’interno del Parco Regionale dei Castelli Romani lungo il pendio del cratere del lago di Nemi, lungo la via Appia. Le sue origini risalgono al XII sec.