Il fascino dei plastici e dei paesaggi in miniatura sembra incantare tutti i bambini, ma anche i grandi che li accompagnano. In Italia esistono alcuni parchi a tema che propongono le bellezze del nostro Paese in miniatura, ma c’è anche qualche museo molto ben allestito come Mondotreno in Trentino Alto Adige e noi siamo andati a vederlo mentre eravamo in vacanza nella zona.

Mondotreno è un museo per tutta la famiglia, ma sono soprattutto i bambini ad apprezzare la visita. Si trova a Rablà, poco distante da Merano. Il museo è allestito all’interno di un edificio in stile alto altoatesino di cui occupa due piani. Su una superficie di 1.000 metri quadri disposti su tre piani si possono ammirare in scala i luoghi più belli dell’Alto Adige. Se vi trovate in zona in vacanza, visitare Mondotreno sarà da spunto per trovare nuovi mete da visitare nei dintorni: soprattutto i castelli dell’AltoAdige sono molto belli.

mondotreno2

E’ una meta che abbiamo scoperto per caso, ma è una vera chicca da tenere presente per la prossima gita da quelle parti o per un week-end in cui si cerchi un’idea per coinvolgere i bambini.

Ai miei bambini è piaciuto molto curiosare in tutti i dettagli del plastico, cercando mezzi di lavoro, le miniature di persone al lavoro e i piccoli particolari nascosti come i fidanzati che si baciano sotto un ponte, i contadini che parlano tra i vigneti o la festa in piazza con il concerto. La visita diventa subito una caccia al tesoro. Ci sono i trenini che percorrono tutto il plastico e un effetto giorno-notte davvero bello. Ci sono ben 70 treni che si muovono su 800 rotaie: sembrano non smettere mai.

mondotreno3

A noi grandi è piaciuto trovare delle indicazioni di mete da vedere nelle vicinanze: paesini che non conoscevamo e alcuni castelli. Devo dire che  alcuni di questi castelli visti in miniatura erano molto più invitanti che sulla guida turistica.

Si può visitare il museo liberamente, lasciandosi trascinare dall’entusiasmo dei bambini o seguire una visita guidata. Quando sentirete spiegare da uno degli addetti quante ore sono necessarie per togliere la polvere con regolarità, i mobili di casa al confronto sembreranno una bazzecola. Ai papà invece consiglio una sosta ad ammirare il punto di comando con tutti i suoi monitor.

Organizzando la vostra visita vi consiglio assolutamente di non dimenticare una mappa dell’Alto Adige su cui segnarsi i luoghi che vorreste andare a visitare.

Quando andare:

Durante l’estate il museo è sempre aperto. E’ la meta ideale per impegnare un pomeriggio di pioggia. Da fine novembre è aperto solo la domenica, ma nel periodo tra Natale e l’Epifania è aperto tutti i giorni.

Dove mangiare:

All’interno della struttura c’è un piccolo angolo ristoro con qualche tavolino a disposizione per i giochi dei bambini, ma non è presente un vero bar in cui mangiare. Un posto non eccessivamente distante in cui potrete mangiare ma molto curioso è il giardino della ditta Frost, la nota birreria. Il solo passaggio sul ponte in legno sarà un divertimento per i bambini. Lo trovate sulla strada in direzione Bolzano, località Frost. Poco sotto la statale vedrete un altro ponte in legno che sembra quello di Madison Country.

Dove dormire:

Nella località di Rablà sono presenti molti alberghi per famiglie. Una valida alternativa è soggiornare a Merano, città molto bella che organizza un caratteristico mercatino di Natale e propone altre mete interessanti per i bambini.

Come arrivare:

Rablà si trova in Val Venosta, a circa 10 minuti da Merano (direzione Val Venosta). E’ sulla strada principale e ha un parcheggio gratuito.

Quanto costa:

L’ingresso è a pagamento. I biglietti per gli adulti costano 9,50 Euro, i bambini pagano 7,00 Euro e c’è possibilità di acquistare un biglietto Famiglia al costo di 24,00 Euro.

Il sito del museo è : http://www.eisenbahnwelt.eu/

Racconto inviato da Daniela Poggi – Scuolainsoffitta


Guest Blogger

Questo post è stato scritto da un “Guest Blogger”. Quantomanca è sempre lieto di ospitare altri appassionati di viaggi desiderosi di condividere le loro esperienze con i suoi lettori.
Se vuoi raccontare anche tu un viaggio, o hai scoperto una meta interessante per le famiglie, vai alla nostra pagina TU BLOGGER per maggiori dettagli.