castelli alto adige
.

I castelli dell’ Alto Adige oltre ad essere una meta ideale per gite ed escursioni, permettono di entrare nella storia e nella tradizione di questa regione e di compiere un suggestivo “passo indietro” nel tempo, per conoscere usi e costumi remoti ma che ancora fortemente caratterizzano le persone che vivono in questa zona.

In tutto l’Alto Adige ci sono circa 742 castelli o tenute storiche e alcuni di essi si trovano dintorni di Merano.

Castelli dell’ Alto Adige nei dintorni di Merano

All’ingresso delle valli,  sopra colline, posti in posizione strategica, si possono ammirare numerosi castelli che ancora oggi sembrano controllare ogni accesso alla Regione.

I castelli meglio ristrutturati e conservati nel tempo sono sicuramente Castel Tirolo, residenza dei conti di Tirolo che diede il nome all’intera regione, il Castello di Scena, ancora oggi abitato dal Conte Spiegelfeld e dalla contessa di Merano, Castel Trauttmandorff e Castel Juval, la residenza estiva di Reinhold Messner, il famoso scalatore.

Ogni costruzione è stata sapientemente restaurata e talvolta rivisitata, offrendo la possibilità a tutti i visitatori di calarsi in un’atmosfera unica e di rivivere per qualche attimo sensazioni di un tempo.

Castel Tirolo

Castel Tirolo è forse la costruzione più rappresentativa poiché diede il nome alla Regione e fu abitazione dei conti di Tirolo.

castelli alto adigeSi erge sopra la città di Merano (a soli 6 km di distanza) e la notte vigila sulla valle, illuminato da una luce intensa che lo rende visibile da ogni angolo della Val d’Adige.

Oggi il castello visitabile, restaurato in ogni minimo particolare, è un’importante istituzione museale, non solo per quanto riguarda la storia e l’archeologia del Medioevo ma anche nella presentazione della storia contemporanea della provincia dalle guerre d’indipendenza a oggi.

Installazioni multimediali, documentazioni audio e video e un’ampia raccolta di documenti storici mostrano il lungo cammino verso l’autonomia.

Il Centro recupero rapaci Avifauna, all’ingresso del Castello, aperto da marzo a novembre (dicembre a febbraio solo su prenotazione), si occupa del recupero di rapaci feriti o in difficoltà dal 1998. I visitatori possono godere di un bellissimo spettacolo, proposto ogni giorno dagli esperti del Centro, che spiegano il loro lavoro e fanno compiere evoluzioni ai volatili.


LEGGI ANCHE: Terme di Merano a misura di famiglia


Castel Trauttmandorff

A pochi chilometri dal centro di Merano c’è Castel Trauttmandorff, uno dei più importanti progetti architettonici di Merano.

castelli alto adige visitabiliI Giardini del Castello sono un bellissimo Giardino Botanico dell’ Alto Adige, mentre la costruzione è oggi sede del Touriseum, il Museo Provinciale per il Turismo, ovvero, l’unico museo dell’arco alpino dedicato esclusivamente alla storia del turismo.

La visita al Touriseum è ricca di sorprese e l’affascinante percorso mussale miscela informazioni e divertimento, con spunti interattivi ideali per bambini e ragazzi.



Castello di Scena

Il Castello di Scena, all’imbocco della Val Passirio, è un’abitazione privata ma una grande parte della struttura è aperta ai visitatori. Oggi vive nel castello la contessa di Merano Johanna, assieme al marito, il conte Franz von Spiegelfeld.

castelli alto adige visitabiliLa parte visitabile è un museo suggestivo che racconta secoli di storia, visti dalle mura di questo imponente castello.

Nelle sale del castello si può ammirare un’importante collezione dell’arciduca Giovanni d’Austria, che include anche la più grande raccolta privata di armi, presente nei castelli e nei musei tirolesi, e la più importante collezione privata relativa all’eroe altoatesino Andreas Hofer.

Il castello possiede ancora gli arredi originali dell’epoca in cui Margareta Maultasch scelse questo luogo, chiamato allora “Tschivon”, per costruire un nuovo maniero.

Castel Juval

Lo scalatore Reinhold Messner si è reso protagonista negli anni di un’importante operazione di recupero di antiche costruzioni, dando vita al progetto Messner Mountain Museum (MMM).

castelli in alto adigeCastel Juval – che è anche la sua residenza estiva –  rappresenta l’essenza di questo progetto dove Reinhold Messner si è impegnato in prima persona per creare cinque musei che fossero in grado, non solo di raccontare la storia di questa terra, ma anche di unirla con ingegno e capacità alle storie di altri popoli antichi.

Il Castello é aperto tutto l’anno per la visita dei cortili interni, dove sono stati piantati numerosi cedri dell’Himalaya.

Spiccano, tra i luoghi più suggestivi, la cappella privata con riproduzioni di simboli religiosi dei tre millenni, la torre dei giochi con raffigurazioni storiche, la “Grotta dell’illuminazione” e la “Casa dei trolls e degli gnomi”.

Nel castello è presente anche la più ampia collezione al mondo di cimeli provenienti dal Tibet e una raccolta di maschere dai cinque continenti.

Si possono anche visitare alcune sale private, con interessanti scorci di vita privata e la cantina allestita con gli equipaggiamenti originali delle spedizioni.

Castel Juval sorge proprio all’inizio della Val Senales e dall’alto domina parte della Val Venosta.


Foto credit: Harald Wisthaler, Frieder Blickle, Angelika Schwarz, Giardini di Castel Trauttmansdorff

Family Hotel Alto Adige