tradizioni pasqua danimarca: come viene festeggiato dalle famiglie

La Danimarca è il paese dello “hygge” , che sebbene sia un termine difficile da tradurre in italiano, significa “ciò che che ti fa stare bene” e che dia un senso di intimità. E la Pasqua e tutto il periodo pasquale esprimono più che mai che sto concetto.

In Danimarca le famiglie cominciano a festeggiare la Pasqua il prima possibile. Si comprano piccoli tulipani, narcisi, giacinti, bucaneve e primule con cui si addobbano le case e i cui bulbi potranno poi essere piantati in giardino dopo Pasqua.

Una tradizione è poi quella dell’albero di Pasqua danese:

si tagliano alcuni rami di alberi e cespugli dai giardini e si decorano con ornamenti speciali fatto a posto per la Pasqua danese. Spesso in danimarca, le decorazioni pasquali sono ancor più carine e simpatiche di quelle che si trovano per Natale.

Durante la notte tra la vigilia e Pasqua i genitori nascondono le uova colorate in casa e in giardino, che i bambini danesi con immensa gioia cercano e raccolgono il mattino seguente.

Bisogna precisare che oggi si usano di più uova di cioccolato che non quelle sode colorate. Non che i bambini danesi di oggi non amino le uova sode. Assolutamente no. Ma è più divertente colorare i gusci di quelle vere e mangiarsi invece il dolce cioccolato.

Per gli adulti, invece, si festeggia il periodo festivo di pasqua con una birra speciale per l’occasione: Påskebryg – la birra di Pasqua. Prodotta e venduta solo in questo periodo dell’anno, la birra pasquale è leggermente più forte della bionda normale.