Santhià (Vercelli) vanta il Carnevale più antico del Piemonte!

Vi sono documenti rinvenuti presso l’archivio comunale attestano già nel lontano 1318 la presenza a Santhià dell’Abbadia, una sorta di associazione giovanile laica che si occupava di organizzare balli e festeggiamenti carnevaleschi.

Il rituale di preparazione prevede l’apertura del carnevale il 6 di gennaio, da questa data, per ogni sabato e domenica, si terranno le cosiddette “pule”, questue per le vie cittadine e i cascinali dei dintorni e le conseguenti “congreghe” serali, caratteristiche aste al contrario in cui vengono battuti all’asta i beni raccolti durante la pula stessa.

I momenti più intensi di Carnevale si vivono nei tre giorni finali di festeggiamenti: la domenica ed il martedì pomeriggio ed il lunedì in sfavillante notturna sfilano spettacolari carri allegorici e gruppi in mascherata, il lunedì inoltre, a mezzogiorno esatto viene servita la più grande fagiolata d’Italia, con più di 20.000 razioni di fagioli, pane vino e salami.

Il tutto si esaurisce in tre giorni vissuti intensamente, come vuole la tradizione.

Informazioni: Carnevale di Santhià