rodi spiagge

Quest anno, dopo ben 15 anni, io e mio marito abbiamo deciso di tornare a Rodi. Di cose in questi 15 anni ne sono cambiate un bel po’. All’epoca eravamo due fidanzatini, ora siamo una bella famiglia con due piccoli neo viaggiatori al seguito e, visto che, soprattutto quando si hanno bambini piccoli, viaggiare in compagnia aiuta ad affrontare la vacanza in modo più spensierato, questa volta ci siamo uniti ad un’altra famiglia con figli della stessa età dei nostri, così che nessuno potesse mai soffrire di noia o solitudine.

La nostra vacanza aveva come obiettivo il relax e, complice anche una settimana di luglio particolarmente calda, il nostro programma di viaggio si è quindi concentrato essenzialmente sulle spiagge, lasciando le visite esplorative alla tarda serata, quando la temperatura diventava più accettabile.

Le spiagge di Rodi: le nostre preferite per i bambini

rodi spiaggeNella scelta delle spiagge abbiamo preferito quelle sufficientemente grandi, sabbiose ed attrezzate, alle piccole calette dove spesso è difficile anche trovare un lettino ed un ombrellone libero.

Le spiagge a Rodi hanno tutte costi contenuti: per due sdraio ed un ombrellone si pagano dagli 8 ai 15 euro per l’intera giornata. La spiaggia che abbiamo preferito è quella di Aghati Beach, una lunga spiaggia con tanta sabbia dorata (da qui il nome golden sand) per giocare e con un mare limpido e cristallino che da soddisfazioni sia agli appassionati di snorkeling che ai bambini, vista la grande varietà e quantità di pesci visibili anche a riva.

Altra spiaggia di sabbia ugualmente bella ma sicuramente più “commerciale” è la spiaggia di Faliraki dove è possibile anche divertirsi con diversi sport acquatici. A Faliraki c’è, inoltre, un famoso parco acquatico ma noi non l abbiamo visitato, preferendo ancora una volta trascorrere la giornata al mare.

Saint Paul’s beach invece è una baia racchiusa quasi completamente da rocce frastagliate e, per questo, meno ventilata delle altre. La spiaggia, da cui si intravede l’acropoli di Lindos, è di sabbia ma, essendo più affollata e meno estesa, potrebbe essere meno gradita ai bambini che amano giocare sulla spiaggia.

rodi con bambini
Spiaggia Saint Paul

Convinti da varie recensioni positive, abbiamo provato a visitare anche la famosa spiaggia di Antony Quinn ma, essendo arrivati sulla spiaggia in tarda mattinata, l’abbiamo trovata troppo affollata per cui abbiamo ripiegato sulla spiaggia di Ladiko, una piccola spiaggia di sabbia e ghiaia circondata da rocce.

rodi grecia spiagge
Spiaggia di Ladiko

Il mare, neanche a dirlo, anche qui è fantastico. Un altra spiaggia che ci è piaciuta molto è Tsambika Beach, ampia e sabbiosa, attrezzata anche con giochi d acqua, con un particolarità, ovvero delle dune di sabbia poste ai margini della spiaggia utilizzate dai bambini per scivolare o rotolarsi nella sabbia. Sullo stesso lato, inoltre, c è una grande roccia dipinta con la bandiera della Grecia accanto alla quale è possibile scattare simpatiche foto.

spiaggie rodi
Spiaggia Tsambika

Anche l’ ultima spiaggia che abbiamo visitato, Stegna Beach, non ci ha deluso. Si tratta di una spiaggia sicuramente meno turistica rispetto alle altre e questo ci ha permesso di godere di una maggiore tranquillità, aspetto, questo, da non sottovalutare quando si hanno bambini al seguito.



Rodi: cosa vedere

Oltre alle spiagge a Rodi c è sicuramente molto altro da visitare. Noi abbiamo scelto la città medievale di Rodi, che, racchiusa tra una possente cinta muraria, rappresenta una delle città medievali meglio preservate nonché patrimonio culturale dell’ umanità. Passeggiare tra le sue stradine, fermarsi a scrutare i vari negozi di souvenir presenti lungo la strada, a prendere un gelato, a sorseggiare una bibita o a cenare in uno dei tanti localini presenti sarà un esperienza affascinante anche per i vostri bambini.

vacanza a rodi con bambiniA Rodi abbiamo anche fatto un giro su una barca sottomarino, non che si inabissi nel mare, ma è semplicemente dotata di “un piano inferiore” che si trova al di sotto del livello del mare. Dopo essere partiti dal porto di Rodi ed aver percorso un tratto di costa guardando il panorama dal “piano superiore” ci siamo fermati in un punto prestabilito e siamo scesi al piano inferiore. A questo punto un sub si è immerso in acqua ed ha letteralmente danzato con i pesci mostrandoci uno spettacolo che ha incantato i bambini…..ed anche noi adulti. Pur nella sua semplicità questo tour ci ha colpiti ed emozionati e ci sentiamo di consigliarlo soprattutto se si hanno piccoli viaggiatori al seguito.

Lindos

Altra visita consigliatissima è quella a Lindos, meglio se nelle prime ore del mattino, quando il caldo e la folla di turisti non l’hanno ancora presa d assalto o nel tardo pomeriggio, come abbiamo fatto noi, approfittandone magari poi per fermarsi anche a cena in uno dei tanti ristoranti. Si tratta della località greca per eccellenza con le casette bianche che si susseguono una accanto alla altra nel labirinto delle piccole stradine che la attraversano. Sulla città domina l’acropoli antica raggiungibile tramite i cosiddetti Lindos taxi, asinelli che caricano i turisti per portarli all acropoli, oppure a piedi lungo i caratteristici vicoletti di Lindos. Tuttavia il caldo e la totale mancanza di barriere protettive ai margini della strada ci hanno indotto a non visitare l’acropoli, preoccupati per i nostri 4 bimbi fra i 4 e i 7 anni di età.

Abbiamo cenato in uno dei tanti ristoranti con roof garden e splendido panorama sulla città e sull acropoli, immersi nella suggestiva atmosfera creata dal tramonto e mangiando un’ottima moussaka, tipico piatto greco a base di melanzane, patate e carne tritata.

Una menzione merita sicuramente la località di Faliraki, nella quale abbiamo alloggiato e che si è rivelata essere di sera una valida alternativa per il nostro dopo cena in famiglia con i suoi tanti night, da vedere solo dall esterno per noi, con i tanti negozi per la fish therapy, che facevano sorridere e divertire i bambini, ma anche con playground, parchi gioco e bar con gelati e crepes per accontentare anche i più piccoli.

rodi con bambiniCosa ci resta di Rodi?

Sicuramente il ricordo dello splendido mare, cristallino e limpido ma un po’ freddo anche quando la temperatura esterna sfiora i 35 gradi, il paesino di Lindos con le sue casette bianche ed il panorama dell’ acropoli visto al tramonto dalle terrazze dei ristoranti del posto, la passeggiata nella città medioevale di Rodi, la simpatica gita nella barca sottomarino e le serate nella movimentata Faliraki.

  • diario di viaggio inviato da Laura

Guest Blogger

Questo post è stato scritto da un “Guest Blogger”. Quantomanca è sempre lieto di ospitare altri appassionati di viaggi desiderosi di condividere le loro esperienze con i suoi lettori.
Se vuoi raccontare anche tu un viaggio, o hai scoperto una meta interessante per le famiglie, vai alla nostra pagina COLLABORA CON NOI per maggiori dettagli.

Guest Post: pubblica su Quantomanca i tuoi diari di viaggio con i bambini