cosa vedere nel cilento

Il Cilento è la parte più aspra della Campania, con un territorio con una costa ed un entroterra unici, da visitare sia che siate una famiglia in vacanza con i bambini, ma anche se siete amanti della natura, degli sport acquatici o della buona cucina.

cilento cosa vedereSulla sua costa variegata si susseguono bellissime spiagge, scogliere, grotte nascoste, baie da sogno che si aprono su un mare cristallino di un azzurro spettacolare.

Anche l’ entroterra,e in particolare il Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano anche se meno conosciuti, meritano di essere scoperti. Una zona ricca di boschi, gole impressionanti, fiumi dalle acque cristalline e piccoli paesi e monasteri medievali.

Non sorprende quindi che il parco sia stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1998. Lo status è stato concesso grazie alla combinazione di natura incontaminata e cultura regionale unica nel suo genere. L’entroterra costiero offre anche molte opportunità per i vacanzieri attivi: da interessanti percorsi escursionistici a gite in bicicletta, rafting, equitazione, deltaplano, parapendio, parapendio e persino l’esplorazione delle grotte, ci sono molte opportunità.

Vacanze nel Cilento: cosa vedere

Il nostro itinerario parte dal Parco Archeologico di Velia per poi scendere verso Pisciotta, Palinuro e Marina di Camerota. Il Cilento è senza dubbio una meta turistica ideale per le vacanze estive dove potete scegliere sia di soggiornare presso uno dei molti hotel e villaggi vacanze che si trovano lungo la costa molti dei quali sono ideali anche per i bambini, oppure anche per un fine settimana primaverile facendo un piccolo tour on the road.

Parco Archeologico di Velia

cilento cosa vedereIniziamo la scoperta del Cilento partendo dalla storia e cioè dal Parco Archeologico di Velia. Si trova vicino Ascea ed è un sito archeologico con i resti di Velia (o Elea) antica città romana risalente al 450 A.C. Purtroppo non è tenuto molto bene e in alcuni punti bisogna camminare tra le erbacce, ma comunque riesce a regalare l’ emozione di passeggiare tra i resti di mura e di abitazioni di questa antica città.

Pisciotta

Proseguendo sulla sulla strada costiera verso Palinuro, su una collina, si trova il pittoresto paesino medievale di Pisciotta. Basta scendere dall’ auto per respirare un’ atmosfera come persa nel tempo fatta di stradine strette, vicoli, scalinate, case e palazzi del XIX.

vacanze cilento mareNonostante la sua vicinanza al mare, questo paese ci ha dato l’ idea che non sia stato ancora toccato dal turismo di massa, ma che qui si conservano e vivono ancora costumi e tradizioni secolari.

cilento cosa vedere

Palinuro

Continuiamo per Palinuro, detta anche la “perla del Cilento” situata alla base del promontorio di Capo Palinuro. E’ una meta molto turistica (da evitare in agosto se si va con i bambini) e si capisce anche il perché visto che si trovano bellissime baie balneabili e spiagge ideali per i bambini come quella delle Saline lunga quasi 5 km con sabbia soffice e dorata e fondali bassi e sabbiosi ideali per nuotare.

cilento mare bambiniAltra bella spiaggia è la La spiaggia dell’Arco Naturale fuori dal centro di Palinuro e vicino alla foce del fiume Mingardo, così chiamata per la maestosa formazione rocciosa che la racchiude e che la rende unica.

cilento mare bambiniDal porto di Palinuro partono regolari escursioni in barca alle vicine grotte che servivano da abitazioni quando il bradisismo non ne aveva abbassato il livello. Delle 30 grotte marine intorno al promontorio, solo cinque possono essere visitate in barca, mentre le altre grotte sono accessibili solo ai subacquei. La più vicina è la Grotta Azzurra che si colora grazie ad un foro nella parete esterna da cui entrano i raggi del sole. La Grotta di Pertosa è invece una delle più grandi e più belle grotte stalattite del sud.

Ma Palinuro non offre solo bellissime spiagge ma anche tracce di storia antica.

Capo Palinuro è un luogo importante della mitologia greca, tanto che secondo Virgilio qui affogò Palinuro, nocchiero di Enea. Nell’ Antiquarium, in località Ficocella sono esposti alcuni reperti, frutto degli scavi nelle zone circostanti.

Marina di Camerota

La nostra ultima tappa è Marina di Camerota, una cittadina che ha ancora conservato il fascino dei tempi passati. Qui il mondo è ancora in ordine: il bucato appeso ad asciugare al sole, i pescatori che riparano le reti, i gatti appisolati al sole. Anche qui si possono fare delle escursioni per vedere alcune grotte come la Grotta della Cala dove sono stati rinvenuti i resti di uomini preistorici e alcuni manufatti.

Family Hotel Campania