san gregorio armeno

A Napoli non è Natale senza la tradizionale passeggiata lungo la pittoresca via dei Presepi, San Gregorio Armeno.

E’ sabato mattina e, liberi da impegni lavorativi, decidiamo di portare i nostri bimbi a respirare un pò di “aria di Natale”.

Ci bastano poche fermate di metro (linea 1, fermata Dante) per giungere nel cuore del centro storico di Napoli. Da qui proseguiamo lungo Port’Alba e Via dei Tribunali. Man mano che ci addentriamo nei vicoli della città, ci lasciamo travolgere dai suoi colori, dai suoni e dai sapori.

In ogni angolo ci sono musicisti che accompagnano le passeggiate dei turisti con le note della musica classica napoletana e danzatori di antichi balli tradizionali

Tra uno sguardo e l’altro alle tante botteghe che propongono artigianato locale e delizie gastronomiche, non ci facciamo mancare una sfogliatella appena sfornata (personalmente adoro quella di Scaturchio, nota pasticceria sita in P.zza San Domenico Maggiore). Ci accorgiamo di essere in prossimità di San Gregorio Armeno man mano che la folla aumenta e la strada si fa più stretta. E’ qui che ogni anno turisti e non si trovano dinanzi ad uno spettacolo di luci e colori, di arte e magia.

san-gregorio-armeno3

San Gregorio armeno è un luogo dove è sempre natale, dove la magia si fonde con l’arte tramandata di generazione in generazione nelle antiche botteghe artigiane.

Qui è possibile ammirare presepi di tutti i tipi durante tutto l’anno, ed i bambini guardano con incanto soprattutto i pastori che si muovono, quelli che riproducono con assoluto realismo scene di vita quotidiana.

Accanto ai tradizionali pastori da presepe è possibile ammirare anche le statuette che riproducono personaggi politici, calciatori, cantanti che sono stati protagonisti dell’anno che si sta concludendo

san-gregorio-armeno4

Insomma, un misto di sacro e profano che attira ogni anno tantissimi turisti da ogni parte del mondo. La strada, soprattutto durante le festività natalizie, è sempre stracolma di gente a tal punto che vi si accede con senso unico pedonale. Per questo motivo, soprattutto se ci andate con i bambini, vi consigliamo di visitarla nei giorni meno affollati, magari infrasettimanali se ne avete la possibilità. Tuttavia ne varrà sicuramente la pena, ve ne tornerete a casa con la consapevolezza di aver visitato un luogo unico.

E che il Natale abbia inizio ! Buone feste a tutti !

Racconto inviato da Rosaria