A Verona tre giorni di giochi di strada con il Tocatì

tocatì

Come è ormai consuetudine, per tre giorni nel centro storico di Verona, una delle città più belle del mondo e patrimonio dell’Unesco, spariscono le automobili dalle strade e dalle piazze del centro per far posto ad un mare di giochi.

Sono i tre giorni del Tocatì, il Festival Internazionale dei giochi di strada che quest’ anno si svolge dal 12 al 15 settembre 2019.

Durante questo fine settimana si potrà compiere un giro d’Italia  all’insegna del divertimento, grandi e piccini potranno riappropriarsi degli spazi urbani della città e tornare a giocare nelle strade. Il centro storico sarà svuotato dalle auto e 200.000 metri quadrati saranno interamente dedicati ai giochi per dare la possibilità al pubblico di vivere Verona, sotto una diversa prospettiva, più  a misura di famiglia.

tocati verona
Ph. Mara Balabio

Ospite 2019 la Bretagna

Quest’ anno i visitatori potranno “viaggiare” alla scoperta delle tradizioni culturali bretoni, incontrando persone e consuetudini che portano nel presente antichi gesti ludici, danze, musiche e rituali. Numerosi i giochi bretoni presenti al festival come l’antico gioco di lancio narrato sin dall’antica Grecia nelle opere di Omero, passando per i romanzi di “Gargantua e Pantagruele” scritti da François Rabelais, fino ad arrivare ai giorni nostri.

Sul palcoscenico di Piazza dei Signori, per l’occasione Piazza Bretagna, si alterneranno i coloratissimi gruppi di musica tradizionale provenienti dall’Associazione Kendalc’h che, indossando abiti tradizionali, porteranno danze e suoni popolari. Pronte a coinvolgere e ad affascinare il pubblico saranno le voci energiche e un po’ ribelli di Les Pirates. Originarie di Cancale, canteranno le canzoni della tradizione marinaresca bretone.

Grazie alla “Krampouserie”, un food truck Citroen HY d’epoca, sarà possibile conoscere anche i sapori della Bretagna come le prelibatezze dolci e salate a base di grano saraceno, i vini e le birre del territorio.

I giochi italiani

Tra i circa 40 giochi della tradizione italiana ci saranno: Bastone siciliano, singolare forma di scherma che risale al XIII secolo, Badrunfa, ovvero la trottola della Sardegna, Paga l’ost, conviviale gioco di bocce tipico del Friuli Venezia Giulia, Sbürla la röda, atletica corsa con balle di fieno (Lombardia), Palla col bracciale, tradizione sferistica antichissima (Toscana), ed il gioco pugliese delle Stacchje. E poi ancora: giochi di tavoliere, come Carrom, Scacchi, Dama, e vari giochi urbani come Parkour e Frisbee.

festival tocatiPer i piccolissimi

Per chi va con i bambini piccolissimi troverà uno spazio Nursery messo a disposizione, come di consueto da Banco BPM. I baby pit stop disponibili all’interno di Palazzo Scarpa, della banca, si avvarranno della presenza di personale altamente qualificato.

Informazioni

  • I giochi saranno praticati ogni giorno per sei ore come spettacolo per il pubblico. Chi desidera partecipare e imparare gli antichi gesti ludici sarà accolto da giocatori pronti a trasmettere con passione la loro sapienza.
  • Agli spettacoli si aggiungeranno vari momenti conviviali, con concerti per strada e aperitivi nelle osterie.
  • Un servizio speciale di imbarcazioni istituito per il Festival consentirà di visitare Verona navigando l’Adige.
  • In caso di pioggia il festival si tiene regolarmente, in parte, in spazi al coperto.

Biglietto: il festival è gratuito.

Disabili: è prevista un’accoglienza particolare per garantire l’accesso ad alcuni giochi.

Sito web: www.tocati.it

Dove Dormire

SHG Hotel Verona

l’ hotel si trova a 5 minuti di auto dal centro di Verona e facilmente raggiungibile dall’autostrada A4 e dalla Tangenziale Est di Verona. Dispone di camere familiari per 2 adulti e due bambini. L’SHG Hotel Verona è ben collegato tramite i mezzi pubblici con il centro di Verona, e dista rispettivamente 30 minuti di auto e 38 km dal Lago di Garda e da Gardaland.


Quantomanca.com ha verificato le informazioni qui pubblicate. Tuttavia potrebbero esserci imprecisioni, dovute a cambiamenti, rinvii o annullamenti. Si consiglia di contattare sempre gli Organizzatori tramite email/telefono o di visitare i rispettivi siti web, ove segnalati.