Tocatì, il Festival dei giochi di strada a Verona e nei Borghi d’Italia

Dal 18 al 20 settembre 2020, torna a Verona  Tocatì, Festival Internazionale dei Giochi in Strada, ma con un nuovo format: sarà questa un’edizione speciale dal titolo Le Italie dei Borghi in gioco.

Per adeguarsi alle regole e necessità del momento, Tocatì (dalla voce dialettale veronese Tòca-a-tì: vuol dire “tocca a te”) oltre che a Verona, dove il festival è nato, si svolgerà anche si svolgerà in 13 borghi italiani. Un evento diffuso che coinvolgerà circa 20 giochi e sport tradizionali provenienti da varie regioni d’Italia e che verranno praticati proprio là dove sono nati e dove continuano ad essere giocati dalle comunità ludiche.

Protagonisti di questa edizione del Tocatì saranno dunque non solo i giochi tradizionali, ma anche i borghi storici italiani dove questi sono di casa. Un’occasione importante in questo momento per incentivare la scoperta di luoghi poco noti del nostro paese, con un’idea di turismo lento e attento alle tradizioni.

Tocatì a Verona

Altra novità di quest’anno sarà il coinvolgimento di numerose realtà cittadine che, nei giorni del Festival, ospiteranno giochi, incontri e laboratori direttamente nella loro sede. Tra questi il Museo di Storia Naturale e il Museo di Castelvecchio, inseriti nel circuito dei Musei Civici di Verona, la Villa Romana di Valdonega, Palazzo Diamanti, la Chiesa di Santa Maria in Organo, Museo G.B. Cavalcaselle e Palazzo della Ragione.

Tra questi luoghi alcuni dei più significativi della città che hanno contribuito all’iscrizione di Verona tra le città Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, titolo che quest’anno compie vent’anni.

Il centro storico sarà svuotato dalle auto e 200.000 metri quadrati saranno interamente dedicati ai giochi per dare la possibilità al pubblico di vivere Verona, sotto una diversa prospettiva, più  a misura di famiglia.

tocati verona
Ph. Mara Balabio

I giochi italiani

Tra i circa 40 giochi della tradizione italiana ci saranno: Bastone siciliano, singolare forma di scherma che risale al XIII secolo, Badrunfa, ovvero la trottola della Sardegna, Paga l’ost, conviviale gioco di bocce tipico del Friuli Venezia Giulia, Sbürla la röda, atletica corsa con balle di fieno (Lombardia), Palla col bracciale, tradizione sferistica antichissima (Toscana), ed il gioco pugliese delle Stacchje. E poi ancora: giochi di tavoliere, come Carrom, Scacchi, Dama, e vari giochi urbani come Parkour e Frisbee.

festival tocatiPer i piccolissimi

Per i piccolissimi invece, anche quest’anno, sarà allestito lo spazio Nursery all’interno della tenda di Unicef Verona, un servizio gratuito dove i genitori avranno a disposizione sedia e fasciatoio.

Informazioni

Ricordiamo a tutti:

– di evitare di creare assembramenti;

– di portare con sé la mascherina che potrebbe essere richiesta da parte dei nostri volontari per accedere a determinate aree;

– di prestare attenzione alla segnaletica presente nelle aree;

– che gli eventi sono tutti a numero chiuso e pertanto soggetti ad esaurimento posti.

– che in caso di pioggia il festival si tiene regolarmente, in parte, in spazi al coperto.

– che il biglietto del festival è gratuito.

Sito web: www.tocati.it

Dove Dormire

SHG Hotel Verona

l’ hotel si trova a 5 minuti di auto dal centro di Verona e facilmente raggiungibile dall’autostrada A4 e dalla Tangenziale Est di Verona. Dispone di camere familiari per 2 adulti e due bambini. L’SHG Hotel Verona è ben collegato tramite i mezzi pubblici con il centro di Verona, e dista rispettivamente 30 minuti di auto e 38 km dal Lago di Garda e da Gardaland.


Quantomanca.com ha verificato le informazioni qui pubblicate. Tuttavia potrebbero esserci imprecisioni, dovute a cambiamenti, rinvii o annullamenti. Si consiglia di contattare sempre gli Organizzatori tramite email/telefono o di visitare i rispettivi siti web, ove segnalati.