alpe di siusi bambini estate

Ospitiamo il diario di viaggio di Pamela che ci racconta la sua escursione sull’ Alpe di Siusi alla ricerca delle antiche sorgenti delle streghe tra prati con mucche al pascolo e giochi per bambini.


Alpe di Siusi: Sorgenti delle Streghe

Questa passeggiata nel bosco, nel cuore delle Dolomiti, è un vero e proprio percorso sensoriale, con tante tappe divertenti sia per grandi che per bambini, alla ricerca delle antiche sorgenti delle streghe.

Si racconta che in questo bosco, il “bosch curasoa” (“bosco guaritore”), un tempo vivessero delle streghe buone, che curavano persone e animali con le magiche acque delle sorgenti, che ancora oggi si possono trovare al termine del sentiero

Sono vere e proprie sorgenti di acque sulfuree, che si possono toccare, annusare e assaggiare, e che hanno il potere di rigenerare la pelle, curare gli stati infiammatori, potenziare il sistema immunitario.

alpe di siusi escursioniCome arrivare all’ Alpe di Siusi

Il sentiero parte a fianco dell’hotel Tirler, a Saltria, sull’altopiano di Siusi. All’Alpe di Siusi si può arrivare in macchina se si è molto mattinieri e si riesce a salire entro le 9.00, altrimenti da quell’ora fino alle 17.00 la strada che sale fino a Compaccio è chiusa al traffico ed è possibile salire in autobus oppure con la Cabinovia Alpe di Siusi.

Una volta arrivati a Compaccio, si può raggiungere Saltria con una bella camminata a piedi su un sentiero pianeggiante, in mezzo a prati con animali al pascolo, camminando per circa un’ora e un quarto,

alpe di siusi estatealpe di siusi estate

oppure con un autobus che da Compaccio percorre tutta la valle per accompagnare agli snodi principali da cui partono i diversi sentieri escursionistici, con un tragitto di circa 10 minuti.

Dall’hotel Tirler parte il percorso sensoriale, proprio sopra al parco giochi.

alpe di siusi passeggiateLa prima cosa che si incontra è un deposito per scarponi, visto che il percorso è stato pensato per essere fatto a piedi nudi.. Io ho trovato il coraggio di camminare scalza nel bosco dopo essermi addentrata per un buon tratto di strada, poiché purtroppo credo che, a differenza di molte persone che provengono da paesi in cui culturalmente il contatto con la natura è molto presente, che si lanciano nell’impresa senza neppure pensarci incoraggiando a camminare scalzi nel bosco anche bambini piuttosto piccoli, noi italiani abbiamo un pochino di resistenza rispetto all’idea di un contatto così profondo e diretto con la natura, pensiamo in prima battuta al rischio…

escursioni alpe di siusiE’ bello provare a superare questa resistenza, vedere che non è assolutamente pericoloso (poiché il sentiero ha un livello di manutenzione tale da garantire che non ci siano sassi appuntiti o radici che possano causare ferite, i piedi trovano sempre un appoggio morbido e sicuro), anzi, è estremamente piacevole sentire sulla pelle il muschio morbido e fresco, le foglie, le cortecce, il legno caldo e liscio dei ponti sui ruscelli.

Dopo il deposito, per chi ha avuto il coraggio di togliersi le scarpe, c’è subito un piccolo percorso per sperimentare le diverse caratteristiche del terreno del bosco: foglie, terra, ghiaia.

Proseguendo, per la gioia dei più piccoli c’è una grande area gioco tra gli alberi, con una casetta sospesa, ponti, percorsi e giochi costruiti interamente i legno.

sentieri alpe di siusiescursioni alpe di siusi

Infine inizia il percorso vero e proprio che è un susseguirsi di sorprese, tra ponti sospesi sopra i ruscelli

escursioni alpe di siusialpe di siusi escursioni

sentieri alpe di siusiCapanne di rami con all’interno misteriosi pentoloni in cui inventare una miscela di ingredienti magici

alpe di siusi escursioniGiacigli su cui improvvisare divertenti rituali

alpe di siusi escursioni…e infine, dopo circa due ore passate a camminare e giocare, osservare e cercare tra gli alberi le opere d’arte dello scultore Hans Mitterrutzner, che ritraggono simboli e magiche creature utilizzando gli elementi della natura,

alpe di siusi bambinisi trovano davvero le sorgenti sulfuree, poco prima che il sentiero si ricongiunga al punto dal quale si era partiti.

Questo percorso è un’avventura emozionante, anche per noi grandi e non solo per i nostri piccoli.. nel bosco di Saltria si torna bambini e si riesce a vedere e sentire la magia abbandonando per qualche ora schemi e convenzioni…direi che per chi è in cerca di una pausa sia fisica che mentale dal quotidiano e dai suoi ritmi, questa gita è davvero il top!!

Hotel per bambini