Giardini Castel Trauttmansdorff

L’ arrivo della primavera con il clima che si fa di giorno in giorno più tiepido, i prati e i campi che si colorano di verde e il profumo dei fiori che inonda l’ aria fa subito venir voglia di uscire di casa e di trascorre la giornata all’ aria aperta. E cosa c’è di meglio in questa stagione che visitare un parco o un giardino, dove margherite, narcisi, tulipani e piante sono gli assoluti protagonisti con i loro colori e profumi?

In Italia, da Nord a Sud ci sono moltissimi spazi verdi che con l’arrivo della primavera si trasformano dando vita ad aiuole colorate, cespugli fioriti, alberi che si riempiono di gemme e diventando così una meta ideale per una giornata all’ aperto con i bambini.

Vediamo dunque da nord a sud alcuni dei giardini d’ Italia più belli. 

pubblicita

Trauttmansdorff – Trentino Alto-Adige

giardini meranoIniziamo da uno dei giardini più belli e più conosciuti dell’ alto Adige, i giardini di Trauttmansdorf, a Merano dove oltre 80 ambienti botanici rappresentativi di tutto il pianeta si esibiscono in tutta la loro bellezza in un anfiteatro naturale che ospita moltissime piante e fiori.

Al centro di questo enorme parco troneggia il Castello di Trauttmansdorf da cui i Giardini prendono il nome e che più volte alla fine del 1800 è stato dimora dell’Imperatrice Sissi, Elisabetta d’Austria. Il castello ospita il Touriseum, ovvero il Museo del Turismo, che mostra l’evoluzione turistica dei territori di Merano e dintorni.

Per rendere più suggestiva la visita, ci sono percorsi multimediali dove scoprire come fanno le piante a vivere, un giardino della strega, un ponte sospeso e una piattaforma aerea dove ammirare dall’ alto la bellezza di questo luogo.


LEGGI ANCHE: I giardini di di Castel Trauttmansdorff, ovvero i giardini di Sissi a Merano


Parco Giardino Sigurtà – Veneto

pista ciclabile peschiera mantovaUn altro bellissimo parco da visitare co i bambini è il Parco Giardino Sigurtà in provincia di Verona, nel comune di Valeggio sul Mincio per trascorrere una giornata in completo relax ed a contatto con la natura. Pensate che nei soli mesi di Marzo ed Aprile sbocciano nel parco sino ad un milione di tulipani. Il parco è percorribile nella sua interezza a piedi ma è possibile noleggiare anche bici e golf cart, oppure salire a bordo dello shuttle elettrico o del trenino panoramico. Da non perdere il Viale delle Rose, un suggestivo percorso di un chilometro dove sbocciano sino a 30.000 varietà di rose, i Giardini acquatici dove galleggiano bellissime ninfee rustiche e tropicali, Il labirinto, un percorso al centro del quale si trova una grande cupola di rame da cui ammirare il panorama.

Oasi Zegna – Piemonte

via dei rododentriAll’interno dell’ Oasi Zegna, Parco Naturale nelle Alpi Biellesi nato per volontà dell’imprenditore Ermenegildo Zegna, si trova un piccolo scrigno di fiori che maggio a giugno raggiunge l’apice della sua straordinaria bellezza e vivacità. Questa incredibile tavolozza di colori è la Conca dei Rododendri che crea uno scenario spettacolare e regala un’esplosione di colori, rosa, viola, rosa, bianchi. Si tratta di un giardino montano suggestivo e accessibile: gran parte può essere percorso anche da famiglie con bambini e da chi è accompagnato dal suo amico a 4 zampe. E’ possibile sostare tra i rododendri in fiore per un bel picnic.

Giardino di Boboli – Toscana

Il Giardino di Boboli è un parco storico di Firenze ed uno dei più importanti esempi di giardino all’italiana al mondo. Oltre ad essere un parco, è anche un vero e proprio museo all’aperto dove è presente una collezione di sculture, che vanno dalle antichità romane al XVI e XVII secolo. Per i bambini sarà bello bello esplorare i vari angoli del parco dove scoprire giardini segreti, fontane, obelischi e molto molto oppure riposare e godersi il sole e godere di una vista spettacolare del centro di Firenze.

Parco dei Mostri di Bomarzo – Lazio

tuscia viterbese
con i bambini a bomarzo

Il Sacro Bosco o Parco dei Mostri di Bomarzo, nella Tuscia Viterbese, alle falde del Monte Cimini venne creato alla fine del XVI secolo per volere di Pier Francesco Orsini, signore di Bomarzo, in seguito alla morte della moglie Giulia. E’ un parco unico nel suo genere, un luogo affascinante ricco di mistero e magia che incanterà subito i vostri bimbi.  Non è il classico giardino all’italiana, ma piuttosto un parco delle meraviglie in cui  sono disseminate statue di varia grandezza di figure mitiche della cultura greca antica e animali quali elefanti, tartarughe, draghi, orchi.


LEGGI ANCHE: Week end nella Tuscia Viterbese: cosa vedere


Giardino di Ninfa – Lazio

viaggi con i bambini - giardino di ninfa
Il Giardino di Ninfa –
Cisterna di Latina

Il Giardino di Ninfa, a Cisterna di Latina, è un luogo dalla storia antichissima, voluto dal cardinale Caetani nel XVI secolo e da allora curato dalla sua famiglia, fino ai giorni nostri. Un giardino all’ Inglese costruito sulle rovine dell’antica città di Ninfa, che ne sono parte integrante,  dove il tempo sembra essersi fermato. Se si ha la fortuna di visitarlo in Primavera, si potrà ammirare in tutto il suo splendore la sua natura  varia, rigogliosa e perfino poetica con i giochi di luce tra le foglie e l’ acqua del ruscello che riflette i raggi del sole. Per i bambini è un luogo fiabesco.


LEGGI ANCHE: Week end con bambini a Sermoneta e Giardini di Ninfa


Villa la Mortella – Campania

giardini la mortellaI Giardini La Mortella si trovano a Forio nel versante nord occidentale dell’isola d’Ischia e vennero creati da Susana Walton, moglie del compositore inglese William, e raccolgono oltre 3000 specie di piante esotiche e rare. I giardini sono composti da due parti profondamente diverse: la Valle caratterizzata da un clima subtropicale, umida e protetta dal vento, e La Collina con zone assolate e battute dal vento e caratterizzate da vegetazione proveniente dalle aree mediterranee.