Amate l’ Alto Adige e cercate una buona occasione per visitarlo anche in autunno?

Di motivi per visitare il Südtirol in questa stagione ce ne sono diversi: è la stagione dei colori, con panorami che sembrano usciti da una tavolozza, è uno dei momenti migliori in cui visitare i pittoreschi paesi o andare a spasso per i boschi, in mezzo alla natura e godersi lo spettacolo del foliage, davvero unico. E’ la stagione che ha il sapore del mosto, delle castagne e dei krapfen alla marmellata da gustare nel tepore delle antiche cantine e delle accoglienti osterie contadine.

Il periodo che va da ottobre a novembre si caratterizza anche per alcune tradizioni come il Törggelen che valorizzano in particolare i frutti che la terra offre in questa stagione, l’ uva, le castagne e le mele. Se ora vi chiedete in che cosa consista questa tradizione non vi resta che leggere qui sotto in cui vi diamo tutte le informazioni per immergervi in una delle usanze più tipiche dell’ Alto Adige.

Che cos’è il Törggelen?

Il Törggelen è una tradizione altoatesina antichissima, nata in concomitanza con i tempi scanditi dalla natura, ossia con la maturazione in autunno dei frutti come l’uva e la castagna.

Il nome di questa festività deriva da “Torggl”, ossia “torchio” e indica per estensione la stanza in cui era posizionato: qui era usanza comune riunire amici, parenti e vicini per la pigiatura dell’uva, che diventava un momento di aggregazione gioiosa e dava il via a un allegro pellegrinaggio da cantina a cantina per assaggiare e confrontare i prodotti.

“Fare il Törggelen” non era altro quindi che scegliere un buon posto dove pranzare con amici o con la famiglia, magari dopo una bella camminata fino a raggiungere il maso/osteria prescelto, e gustare in compagnia cibi prevalentemente a base di castagne, accompagnati da un fresco vino.

törggelenOggi la festa è l’occasione per abitanti e turisti di entrare in contatto con questo spirito che rallegra le vie dei paesi e si concentra nelle tipiche cantine e locande tradizionali.

Questo in sintesi, ma in realtà il Törggelen ha anche delle sfumature e dei significati di contorno che è bene conoscere.



1. Stare insieme

Chi fa il Törggelen non è alla ricerca di una serata al lume di candela. Si mangia e si festeggia in gruppo, con amici o in famiglia, per questo in molti casi è meglio prenotare per aggiudicarsi il posto. Inoltre, spesso c’è la musica che accompagna questi momenti e la gente canta, ride e chiacchiera fino a tardi. Il vino nuovo, il “Susser” (il succo d’uva, poco alcolico, che non è ancora diventato vino) e le grappe aiutano a lasciarsi andare al divertimento.

2. Niente macchina

Non si va al Törggelen in macchina. L’ideale è andarci a piedi, magari dopo una bella camminata in montagna, che stimola l’appetito. Per lo stesso motivo è consigliata anche una bella camminata dopo il Törggelen, per digerire e “smaltire” tutto.

3. Cosa mangiare?

törggelen in südtirolFrittelle di patate, minestra d’orzo, canederli, speck, crauti e wurstel, ma anche castagne e krapfen, torte e strudel di mele… La lista dei piatti tipici del Törggelen è davvero lunga. E ci sono tante ghiottonerie anche per i bambini.

4. Curiosità sui canederli

Anche i canederli sono una delle pietanze offerte nel Törggelen, non possono mancare come ricetta tipica altoatesina. Una curiosità è che i canederli non bisogna tagliarli con il coltello, ma con la forchetta! Questa regola nasce nei tempi passati, quando si usavano le posate d’argento, metallo che, al contatto con uova, asparagi, insalata, aceto, senape, patate e altro si macchia, creando un odore antiossidante molto sgradevole. Inoltre, la cottura del canederlo deve essere tale da consentirne la rottura con l’uso della sola forchetta.

5. Cosa si beve?

Nel Törggelen si bevono sempre il vino nuovo e il Susser, il succo d’uva che ancora non è diventato vino; oppure per i più piccoli c’è la possibilità di gustare sciroppi o succhi di mela, di pera, di sambuco fatti in casa, naturali e davvero buonissimi. Anche l’acqua è ammessa, mentre sono bandite dal Törggelen le bibite industriali come te freddo, aranciata, cola, limonata, ecc.

Dove andare a fare il Törggelen? Ecco qualche consiglio…

In alcuni paesi altoatesini potrete trovare numerose feste e manifestazioni legate all’ usanza del Törggelen. Il “Keschtnigl” a Velturno e il “Keschtnriggl” a Foiana/Lana e a Prissiano/Tesimo.

Sentiero del Castagno

Un’altra bella idea su cosa fare con i bambini in Alto Adige in autunno è il sentiero didattico sul castagno, un percorso particolarmente adatto ai più piccoli perché di facile percorribilità, in cui si incontrano dieci  stazioni tematiche, in parte interattive, che raccontano tutto sul castagno, dal legno ai frutti, illustrandone anche le diverse varietà… da concludere ovviamente con una squisita merenda a base delle specialità del Törggelen!

Per scoprire dove e quando potete vivere il Törggelen potete consultare qui la guida ufficiale.

E non è finita qui…

Per rimanere sempre informato su dove andare con bambini, e le offerte dei Family hotel seguici anche su Facebook, su Instagram,  su Twitter e iscriviti alla nostra newsletter

Family Hotel Trentino Alto Adige