saint moritz con bambini

Una gita a St. Moritz è uno dei modi più facili per avere un assaggio dei panorami mozzafiato delle Alpi svizzere, senza fare troppi chilometri, uscendo appena di poco dal confine italiano.

Poi succede che ti innamori della Svizzera, e inizi a cercare di ritornarci il prima possibile, guardare orari, tragitti dei treni alpini, cercare posti strategici per alloggiare… ma questa è un’altra storia!

lago st moritzRaggiungere St. Moritz

Per andare a Saint Moritz (partendo dalla zona di Lecco è una gita fattibile in giornata) e’ meglio partire abbastanza presto la mattina, magari decidendo di fare una tappa intermedia, quando i bimbi per la decima volta chiedono “Quanto mancaaaaa???“.

Se invece venite da più lontano, Lecco è un’ottima base di partenza e un’ottima tappa per un pernottamento, considerando anche le zone limitrofe.

Altre possibili tappe per “spezzare” il viaggio sono:

Chiavenna, con un centro storico carino in cui passeggiare e i famosi “Crotti”, ristoranti tipici in cui assaggiare piatti locali, costruiti sotto speroni di roccia, resti di antiche frane, che un tempo erano cantine naturali per via di una corrente d’aria, il “sorel”, che, soffiando entro queste cavità ad una temperatura costante di circa 8°, le rendeva perfette per la stagionatura di salumi e insaccati e per la maturazione del vino;

Piuro, con le cascate dell’Acquafraggia, perfette per un picnic sul prato ombreggiato e un momento di relax tra le pozze di acqua fresca formate dal torrente.

Una volta oltrepassato il confine Italo-svizzero, il paesaggio cambia, è tutto più ordinato, pulito, ben tenuto, curato nei dettagli. Procedendo verso il passo Maloja ogni piazzola di sosta è provvista di bagno chimico, tavolo da picnic, cestino per i rifiuti.

Dopo il Maloja, si prosegue ancora per un tratto, iniziando a scorgere un susseguirsi di meravigliosi laghi Alpini tra le montagne, di un colore azzurro intenso, fino ad arrivare a Silvaplana, adiacente a St Moritz.

lago di st moritzSe, come noi, siete dotati di biciclette, meglio parcheggiare qui: accanto alla pista ciclabile che conduce fino al lago di St. Moritz, ci sono molti posti auto gratuiti.

Senza bici, meglio parcheggiare direttamente a St. Moritz, anche se i parcheggi, essendo una località molto turistica, sono per lo più a pagamento.

lago saint moritzsaint moritz cosa vedereUn’altra alternativa meravigliosa per i bambini per raggiungere questo paese è il trenino rosso del Bernina, che parte da Tirano e tra le varie tappe si ferma anche a St Moritz (per maggiori info https://www.bernina-express.com).

Giunti alla meta, che fare?

La parte più alta del sentiero che percorre il bosco e il lato del lago che fiancheggia la strada principale sono ciclabili, l’altro tratto del percorso è pedonale, si può percorrerlo portando a mano le bici.

saint moritz cosa vedere

Io consiglio di buttarsi in un sentiero e seguirlo, ci si può inoltrare nel bosco per poi sbucare nel sentiero più alto ciclabile, costeggiare il lago a piedi per una passeggiata, guardare i fiori, camminare sui sassi, lanciare sassolini nel lago, sedersi su una panchina e “ubriacarsi” di bellezza di silenzio, di colori.

saint moritzIn Svizzera l’effetto del paesaggio è che spesso è talmente bello da sembrare finto. E invece è vero.


Guest Blogger

Questo post è stato scritto da un “Guest Blogger”. Quantomanca è sempre lieto di ospitare altri appassionati di viaggi desiderosi di condividere le loro esperienze con i suoi lettori.
Se vuoi raccontare anche tu un viaggio, o hai scoperto una meta interessante per le famiglie, vai alla nostra pagina COLLABORA CON NOI per maggiori dettagli.