la leggenda di babbo natale per bambini

Non c’è Natale senza che da qualche parte spunti fuori la figura di Babbo Natale con il suo abito rosso e bianco. Lo si intravede in casa mentre porta i regali ai bambini, seduto su un trono in un mercatino natalizio per fare qualche foto ed anche nei centri commerciali.

E’ una figura talmente “vera” che ha addirittura una casa in Lapponia, con tanto di ufficio postale, elfi e letterine inviate dai bambini

Ma sapete come nasce la figura di Babbo natale?

Il personaggio che ha ispirato Babbo Natale è San Nicola, un santo della tradizione europea.
Quando poi gli immigrati tedeschi e olandesi andarono in America portarono con loro anche il ricordo di San Nicola e la tradizione che il santo distribuiva i regali durante la notte di Natale. In America il nome passò da Nikolaus a Santa Claus.

Durante gli anni l’ aspetto di Babbo Natale cambiò e dai primi dell’ 800 questo personaggio venne ripreso anche da alcuni scrittori che aggiunsero a Santa Claus anche una slitta trainata da renne.

leggenda di babbo natale
Babbo Natale e le renne creati con i mattoncini Lego

Nel 1860 un caricaturista americano Thomas Nast ridisegnò Babbo Natale dandogli quello che pressapoco è il suo aspetto attuale, lo vestì cioè con un mantello rosso bordato di pelliccia bianca e con una grossa cintura nera e indicò quella che tutti credono sia la sua residenza ufficiale: il Polo Nord.

la leggenda di babbo natale
La figura classica di Babbo Natale

Ma l’ aspetto attuale deriva da una pubblicità della Coca Cola che prese questo personaggio e lo fece diventare lo sponsor di questa bevanda nel lontano 1931, rendendolo così famoso in tutto il mondo.