sant' agata feltria il paese del natale

S. Agata Feltria è situata in provincia di Rimini, al confine fra Marche e Romagna ed ha origini antichissime. Già abitata dagli Umbri Sarsinati, nei secoli, successivi appartenne a vari feudi, fra i quali i Malatesta, i Montefeltro e poi ai Fregoso che diedero il nome alla rocca costruita verso il secolo X e restaurata da Francesco di Giorgio Martini nel 1474.

Nelle domeniche di Avvento in questa graziosa cittadina si trasforma ne “Il paese del Natale” con le vie del centro storico colme di bancarelle, animate da musiche della tradizione, mostre di presepi e spettacoli per grandi e piccini.

agata-feltria-zampognari

E´uno degli appuntamenti più caratteristici del centro Italia per che cerca i mercatini natalizi che regalino anche un pà di atmosfera.

Lungo le vie e le piazze si sente echeggiare il suono delle zampogne, ci si può soffermare ad ammirare i presepi esposti all’interno di antiche cantine in via Battelli, via storica della cittadina, via Battelli.

Nella Piazza del Mercato si trova invece la “Casa di Babbo Natale e degli elfi”, simpatica dimora attorno cui si raccolgono bambini che assistono ai diversi momenti di animazione dedicati a loro con Babbo Natale, che porterà dal grande Nord le renne non di stoffa o di legno, ma vere: in carne, ossa e… corna.

I piatti dell’ Avvento

agata-feltria-piatti-avvento

Per chi è anche interessato ad un percorso gastronomico può andare alla scoperta dei piatti caratteristici della  tradizione locale. I ristoranti, le trattorie e le locande propongono l’affermato  “I Piatti dell’Avvento” preparati secondo usi e tradizioni del Natale. I gustosi piatti, si possono apprezzare anche nell’accogliente atmosfera della “Mangiatoia”, un ampio stand coperto e riscaldato all’interno dell’area fieristica.

L’appuntamento con “Il Paese del Natale” è 27 novembre 4 – 8 – 11 – 18 dicembre 2016.

Per informazioni Sant´Agata Feltria

Quantomanca.com ha verificato le informazioni qui pubblicate. Tuttavia potrebbero esserci imprecisioni, dovute a cambiamenti, rinvii o annullamenti. Si consiglia di contattare sempre gli Organizzatori tramite email/telefono o di visitare i rispettivi siti web, ove segnalati.