Chi ha partecipato al viaggio: mamma papà e Ale
Data viaggio: settembre
Spesa indicativa: € 1500

Per la nostra vacanza in Toscana, abbiamo scelto come base il Casale di Santamettole a Barberino di Mugello a circa mezz’ora di auto da Firenze.
Al casale, completamente immerso nella natura, abbiamo scelto la mezza pensione. I pasti sono semplici ma deliziosi e tutti serviti e con estrema gentilezza, sembrava di essere in famiglia.
E’ anche presente una piscina ma l’acqua è alta quindi consiglio di portare i braccioli per chi non sa nuotare.

Cosa visitare in Toscana con i bambini

Primo giorno: Firenze

Nei pressi di Barberino è possibile visitare il Lago di Bilancino e per le mamme è interessante l’outlet del Mugello.
La prima tappa è stata Firenze. Consiglio per evitare code di prenotare i biglietti anche presso i musei stessi. Noi abbiamo visitato il palazzo vecchio dove è possibile avere una guida per bambini che ti racconta prima una storia e poi ti fa  fare una visita nel palazzo, sempre tutto a misura di bambino.
Abbiamo visitato anche il Giardino di Boboli, ma andare col passeggino è devastante per vie dei numerosi scalini… ma la vista panoramica della città è mozzafiato.
Abbiamo pranzato all’hard rock. E’ abbastanza caro ma il mio piccolo si è divertito. E’ previsto un menu baby con tanto di libricino da colorare; per chi ama la musica è possibile ammirare qualche cimelio di rockstar famose e comprare qualche gadget.


A piazza della Repubblica c’è una favolosa giostrina di altri tempi, ideale per chi viaggia con i bambini e vuole farli divertire un pò.
A Fiorenze siamo riusciti a visitare anche gli Uffizi. Il trucco è coinvolgere al massimo i vostri figli, raccontare loro storie sulle sculture e dipinti. Quelli che raffigurano protagonisti della mitologia greca sono risultati per il mio ale quelli più interessanti.

Secondo giorno: Pisa e Viareggio

Il secondo giorno lo abbiamo dedicato a Pisa e Viareggio. Avevo preannunciato ad Ale che avrebbe visto una torre storta ed era molto curioso di vederla.

A Viareggio è stato affascinato dalle numerose barche.

Terzo giorno: Siena e San Gimignano

Il terzo giorno siamo stati a Siena e San Gimignano. A San Gimignano si cammina molto ma la ricompensa di un gelatone mi ha aiutata molto.
Il quarto giorno abbiamo visitato il Chianti e il Castello di Verrazzano. Ale era molto incuriosito da come si fa il vino e dalle botti che lo conservano.

A fine visita, ai piedi del castello si può comprare direttamente da un contadino dell’ottimo formaggio di capra e Ale ha potuto vedere mungere le caprette.

Quarto giorno: Collodi e Parco di Pinocchio

Un giorno lo abbiamo dedicato alla visita di Collodi e al Parco di Pinocchio. Qui è possibile girare in un parco ricco di statue che rappresentano i vari personaggi della storia; nel biglietto è compresa un’attività di laboratorio: colorare il naso o il cappello di pinocchio da portarsi a casa.

E’ presente un area di ristoro e un area dove comprare vari gadget. Ad Ale ho comprato il libro di pinocchio che mi è stato utile nei giorni seguenti.

Ultimi giorni

I giorni restanti li abbiamo passati a rilassarci nei pressi di Barberino, dedicando l’ultimo giorno a una seconda visita a Firenze.

Consigli pratici

Coinvolgere i bambini quanto più possibile su ciò che si sta per visitare, anche nel fotografare. Ale si è divertito ad usare la mia piccola digitale, si è sentito utile ed è stato bravo.
Portarsi da casa alcuni dei suoi giochi o pupazzi o favole preferite per non farli annoiare mai.
Avere sempre una bottiglietta d’acqua per le lunghe passeggiate.


Guest Blogger

Questo post è stato scritto da un “Guest Blogger”. Quantomanca è sempre lieto di ospitare altri appassionati di viaggi desiderosi di condividere le loro esperienze con i suoi lettori.
Se vuoi raccontare anche tu un viaggio, o hai scoperto una meta interessante per le famiglie, vai alla nostra pagina COLLABORA CON NOI per maggiori dettagli.

Guest Post: pubblica su Quantomanca i tuoi diari di viaggio con i bambini