cosa vedere a roma

Ospitiamo in diario di viaggio di Laura che ci racconta la vista di Roma con i bambini durante il periodo natalizio.

L’ atmosfera natalizia mi ha da sempre messo allegria, mi ricorda la gioia di quando ero ragazzina ed attendevo l’ inizio delle vacanze scolastiche, le giornate trascorse in giro con le amiche a cercare regali da scartare poi sotto l’ albero. Oggi con due bambini ed in un periodo di pandemia, il Natale ha sicuramente un significato diverso, ma l’ atmosfera natalizia io continuo a cercarla con lo stesso entusiasmo, e quest anno ho deciso di cercarla nella nostra capitale.

cosa vedere a Roma con i bambiniL’ itinerario natalizio di Roma non può che partire da Piazza San Pietro con il suo albero di Natale ed il Presepe con gli enormi pastori. Imperdibile è poi la mostra 100 presepi, completamente gratuita, con presepi diversi ogni anno, si tratta di presepi fatti con tanti materiali diversi e tutti originali. Mio figlio è rimasto affascinato da un presepe costruito all’ interno di un autobus, ma ce ne sono davvero per tutti i gusti, anche quello fatto con le mascherine, purtroppo terribilmente attuale.

pubblicita

cosa vedere a Roma con i bambiniDa piazza San Pietro, attraversando via della conciliazione, siamo arrivati a Castel sant’ Angelo. Il castello è magnifico anche dall’ esterno e dal vicino ponte sant’ Angelo si potranno fare delle bellissime foto, oltre ad ammirare lo scorrere del Tevere, che ha sempre il suo fascino.

Attraversando il ponte ci siamo incamminati verso piazza Navona, passando per Via dei Coronari, una stradina stretta e molto caratteristica dove troverete un piccolo negozio, unico nel suo genere, si tratta di un negozio che vende solo paperelle di gomma, si proprio quelle che si usano nella vasca da bagno, ma sono tutte diverse, ispirate a personaggi della storia, della musica ed anche della fantasia. Con circa 10 euro potrete acquistare un regalo davvero originale.

cosa vedere a Roma con i bambiniArrivati a Piazza Navona purtroppo non abbiamo trovato le bancarelle e gli artisti di strada che ricordavamo, la piazza era bellissima, come sempre, ma spoglia, priva di quella allegra confusione che ricordavo negli anni precovid. Non ci sarà neanche la festa della befana purtroppo.

Dopo una lunga pausa pranzo in un grazioso ristorante con cucina tipica romana, ci siamo diretti verso piazza di Spagna e lì, attraversando Via del Corso e vedendo i negozi addobbati per Natale, abbiamo ritrovato quel clima natalizio che tanto stavamo cercando.

cosa vedere a Roma con i bambiniDopo una breve sosta al Lego Store di via Tommacelli, i bambini hanno ritrovato la forza per fare un ultima tappa a Fontana di Trevi, dove grazie al famoso ” lancio della monetina” ci siamo garantiti un altro ritorno a Roma, speriamo senza mascherine e restrizioni.

Note

È stata una giornata sicuramente molto impegnativa anche per i bambini, alla fine della giornata il mio contapassi aveva raggiunto quota 19.000. I miei bambini sono abituati a camminare e le varie soste in posti divertenti ed adatti a loro è servita a spronarli nei momenti di stanchezza ma se si ha più tempo a disposizione si può suddividere l’ itinerario in due giorni, aggiungendo altri luoghi da visitare vista le infinite possibilità che offre la città di Roma.

  • Racconto inviato da Laura

Guide per bambini di Roma

Queste guide aiuteranno i bambini a scoprire Roma in modo divertente e colorato fornendo anche tante informazioni utili e curiosità sulla capitale.

Guest Blogger

Questo post è stato scritto da un “Guest Blogger”. Quantomanca è sempre lieto di ospitare altri appassionati di viaggi desiderosi di condividere le loro esperienze con i suoi lettori.
Se vuoi raccontare anche tu un viaggio, o hai scoperto una meta interessante per le famiglie, vai alla nostra pagina COLLABORA CON NOI per maggiori dettagli.